martedì

, 16 ottobre 2018

ore 15:08

Cronaca

16-05-2018 17:05

Vercelli, omicidio al Concordia: ridotta la pena
Accolta la tesi difensiva sull’insussistenza dei motivi abietti e futili
 
Esclusa l’aggravante dei motivi abietti e futili, i giudici della Corte d’Assise d’Appello di Torino hanno confermato la sentenza ma, recependo le istanze delle parti, hanno rideterminato la pena: 13 anni e 4 mesi per Alessandro Rizzi. Il 25enne era stato condannato, in primo grado con rito abbreviato, il 19 maggio dell’anno scorso a 16 anni di reclusione per l’omicidio dell’amico d’infanzia Daniel Napolitano.

La tragedia, che sconvolse il rione Concordia di Vercelli, si consumò poco dopo le 21.30 del 6 luglio di due anni fa. I due amici erano a casa di Rizzi, nell’appartamento al quarto piano di una palazzina popolare di via Martiri del Kiwu, dove il ragazzo abitava con l’anziana nonna. Prima la discussione, poi la reazione di Daniel che avrebbe colpito con un pugno Alessandro. Infine quest’ultimo che afferra un coltello e si avventa sull’amico che viene colpito sull’uscio di casa e che poi tenta di sfuggire cercando riparo sulle scale. Fu lo stesso Rizzi a chiamare i soccorsi ma al loro arrivo per Daniel non c’era più nulla da fare.

da.fo.






Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

La sfilata degli Alpini - A Vercelli

Andrea Cherchi

Copyright © 2018 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.