Friday

, 4 December 2020

ore 11:46

Cronaca

15-04-2020 13:26

Cirio: 'Contagio in Piemonte condizionato da vicinanza con Lombardia'
Il presidente della Regione: 'Siamo indietro di una settimana'
 
"Medici e scienziati ci dicono che, sul nostro territorio, il contagio è condizionato sia cronologicamente che geograficamente dalla vicinanza con la Lombardia. Non è un caso che province di confine, come Alessandria, abbiano dei dati sull'epidemia molto più alti rispetto ad altre aree ad ovest del Piemonte".

A parlare è Alberto Cirio, presidente della Regione. Il governatore, tramite le colonne de La Stampa in edicola oggi (mercoledì 15 aprile), ha anche sottolineato come "è evidente che siamo indietro di una settimana rispetto alla Lombardia, ma anche ad altre regioni. È normale che i numeri calino in modo più graduale. Registriamo, però, un dato positivo sulle terapie intensive. Sono diminuiti - ha ricordato Cirio nel corso dell'intervista - gli accessi ai pronto soccorso e sta aumentando il numero dei guariti. Qui il contagio è iniziato dopo e finirà dopo".

Cirio ha poi voluto ricordare che "la gestione della pandemia è stata immediata. A 24 ore dal caso di Codogno, ho istituito un'Unità di crisi: una settimana prima che il Governo lo chiedesse a tutti in modo ufficiale. Siamo anche stati i primi a montare le tende per i triage fuori dagli ospedali, ad autoprodurre mascherine e reagenti per i tamponi e a creare - ha ricordato il presidente - protocolli per l'autocertificazione dei dispositivi di protezione fatti in Piemonte".

Matteo Gardelli


















Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

Nevicata su Vercelli - Mezzi all'opera per sgombrare le strade

Copyright © 2020 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.