martedì

, 17 luglio 2018

ore 13:47

Pagina Nazionale

16-06-2018 08:45

La ricerca norvegese: 'Siamo meno intelligenti dei nostri genitori'
Il 'declino' a partire dagli anni Settanta
 
Lo chiamano 'Effetto Flynn'. Si tratta del calo di Q.I. (quoziente intellettivo) registrato negli ultimi 50 anni. In particolare, come si legge su Wired (articolo qui), colpirebbe i nati a partire dagli anni Settanta.
Due studiosi norvegesi hanno recentemente condotto studi su 730.000 giovani militari in occasione della leva per un periodo compreso fra il 1970 e il 2009. I militari sono stati divisi in due gruppi di età: i nati tra il 1962 e il 1975 e quelli più giovani, nati tra il 1975 e il 1991. Ne è emerso che il Q.I. dei più giovani erano più bassi di circa 7 punti tra una generazione e l'altra. Per cui, tra i nati nel 1970 e i nati nel 1991, ci sono 5 punti. Per capire questo fenomeno, i due ricercatori norvegesi sono ricorsi, appunto, all'effetto Flynn. Le differenze nel Q.I. si notano anche nelle famiglie tra i figli minori e i figli più grandi. Questo, secondo i due ricercatori, non è causato da fattori genetici o dall'immigrazione, ma da ambienti esterni. Esempi? Il declino dei sistemi scolastici - e quindi dei valori educativi -, ma anche dalla crescita di televisione e media.


Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

Copyright © 2018 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.