domenica

, 22 aprile 2018

ore 12:25

Vercelli

16-04-2018 14:42

'Non siamo dei bambini capricciosi'
Il Coordinamento Pendolari Vercelli-Novara-Milano si rivolge nuovamente alla Regione
 
"Trenitalia cerca di farci passare per dei bambini capricciosi ma quanto segnalato è verificabile in qualsiasi momento e, a partire da oggi, sarà nostra premura documentare ogni singolo episodio anche con materiale sia fotografico che video. La nostra segnalazione non si ferma alla superficialità della livrea esterna delle carrozze; abbiamo più volte denunciato l'uso di carrozze a doppio vestibolo centrale, molto più scomode e molto più datate; evidentemente Trenitalia non ha ben chiaro quale siano le nostre richieste e le nostre esigenze". Inizia così l'ultima lettera inviata dal Coordinamento Pendolari Vercelli-Novara-Milano all'assessore regionale ai Trasporti, Francesco Balocco. Al centro della polemica, ancora una volta, la vituperata linea Torino-Milano.

Trenitalia ha infatti risposto alla precedente comunicazione del Coordinamento, fornendo la propria versione sulla questione. "Ci permettiamo di dire che i casi sono due: o la direzione di Trenitalia rilascia dichiarazioni che non corrispondo a ciò che viene da noi rilevato, o lo fa chi riferisce alla direzione; sta di fatto che sono almeno 8 mesi che i treni Fast hanno perso la composizione originale dei convogli; non capiamo quali siano i tre casi isolati citati nella risposta. Invitiamo pertanto in banchina gli ispettori della Regione e chiunque abbia voglia di verificare quanto dichiariamo da mesi", commentano i Pendolari.

Anche sui ritardi Trenitalia si barrica, come di consueto,  dietro a scuse discutibili come "interventi infrastrutturali di riammodernamento in corso sulla linea"; evidentemente questi lavori proseguono da almeno 5 anni dato che abbiamo cominciato a monitorare i ritardi nel 2013.

"E per quel che riguarda la lotta all'evasione ed il passaggio dei controllori - prosegue il Coordinamento - leggiamo ancora: 'Anche sul fronte delle attività di controlleria confermiamo che il personale di bordo ha il compito di effettuare costantemente il controllo dei biglietti'; anche in questo caso viene confermato l'ovvio ma, come sempre le dichiarazioni non corrispondono a quanto rileviamo quotidianamente. E la domanda nasce spontanea: perché nei primi due/tre mesi dei Regionali Fast passava tutti i giorni una coppia di controllori? Che fine hanno fatto?".

La lettera è accompagnata da due immagini scattate a bordo treno, di cui una con un "vagone con doccia incorporata".


Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

Copyright © 2018 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.