giovedì

, 13 dicembre 2018

ore 04:49

Cronaca

30-12-2017 08:00

Export Piemonte: è boom per gli alimentari
Il commento di Confartigianato
 
"Se il nostro cibo va forte sulle tavole di tutto il mondo il merito è anche delle 6.664 aziende artigiane del settore".

Anna Maria Sepertino, presidente della Federazione regionale di Confartigianato alimentazione, esprime la propria soddisfazione per i risultati positivi ottenuti dalle esportazioni piemontesi nel comparto alimentari e bevande - settore che nell’ultimo anno ha visto una crescita dell’occupazione - che pone il Piemonte sul terzo gradino del podio nazionale dopo Lombardia ed Emilia Romagna, con un lusinghiero + 6,6 per cento nel primo semestre 2017. A dicembre, con le festività legate al Natale, secondo Confartigianato si stima una spesa delle famiglie per prodotti alimentari di 14,6 miliardi di euro, il 24,7 per cento in più della media degli altri 11 mesi; di questi, 6,2 miliardi saranno investiti in prodotti provenienti da imprese artigiane. Se si guarda alla classifica nazionale dell’export per province, Cuneo si piazza al primo posto, Asti al quarto e Vercelli all’undicesimo con una quota del 5,07 per cento, più che doppia rispetto alla media nazionale.

I tre quarti dell’export delle bevande, fa sapere Confartigianato, "è costituito da vini di uve, di cui l’Italia è il secondo esportatore europeo dopo la Francia. La regione con la più alta propensione all’export di vini di uve è il Veneto, mentre il Piemonte si colloca al quarto posto". Al 30 settembre 2016 l’artigianato alimentare conta 90.055 imprese e mostra una tenuta rispetto al forte calo del totale del settore artigianale. Delle 6.664 imprese alimentari registrate al terzo trimestre del 2017 in Piemonte, quasi la metà sono pasticcerie, panifici e gelaterie, il resto è composto da cibi da asporto, pastifici, lavorazione e conservazione di carne, industria lattiero-casearia e di lavorazione di tè, caffè, cacao e derivati; seguono birrerie, vini, distillerie e altre bevande, lavorazione e conservazione di frutta, ortaggi e pesce, produzione di oli e grassi vegetali e animali, lavorazione delle granaglie, produzione di amidi e altri prodotti alimentari. L’Italia è al primo posto in Ue con 294 prodotti agroalimentari di qualità tra Dop, Igp e Stg. "Un patrimonio economico e di tradizione culturale che va costantemente difeso e valorizzato", sottolinea Sepertino.






Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

Natale a Milano

Andrea Cherchi

Copyright © 2018 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.