Sunday

, 5 April 2020

ore 12:50

Cronaca

20-03-2020 11:39

Coronavirus: 'L'emergenza non finirà prima di 3 mesi'
L'infettivologo del Sacco: 'Il vaccino? È una speranza'
 
"La mia speranza è che dal Coronavirus ci si possa liberare in non più di tre mesi dal momento dell’applicazione di determinate regole. E ho già dato un termine agghiacciante: non è e non sarà una cosa breve. Se lo sarà, sarò il primo a essere felice e a fare una festa". Sono le parole di Massimo Galli, primario del reparto Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano. Lo specialista, nelle scorse ore, è intervenuto a 'Il mio medico' su Tv2000.

Galli poi spiega come "il vaccino è una speranza. Attualmente ci sono circa 18 programmi aperti - fa sapere - Sicuramente qualcosa verrà fuori, ma dubito che si sia in grado di delimitare e di circoscrivere l’epidemia di oggi, nonché di superarla, attendendo il vaccino. Il vaccino verosimilmente, a essere fortunati, arriverà dopo l’estate: non prima. E anche se arrivasse prima, passerebbero comunque dei mesi".

Galli, senza tanti giri di parole, spiega poi chiaramente che "in base a quanto successo a Wuhan non siamo vicinissimi al picco. E mi riferisco in particolare alla Lombardia. A Wuhan i primi segnali di riduzione dei problemi si sono registrati dopo il 10 marzo, avendo iniziato a delimitare l’infezione attorno al 10-15 gennaio. Se, quindi, le nostre misure funzionano, dobbiamo aspettare tre mesi - rimarca durante l'intervista televisiva - Ma si tratta di un’affermazione importante, perché tre sono i mesi che ci sono voluti a Wuhan".

Matteo Gardelli
















Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

Andrà tutto bene

Copyright © 2020 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.