lunedì

, 25 giugno 2018

ore 04:20

Una partita, mille ricordi

16-02-2018 18:05

Stadio 'Arechi' ammutolito da Mustacchio
Doppietta per i bianchi in Salernitana-Pro Vercelli del 2015
 
Il pallone racconta di un Salernitana-Pro Vercelli giocata allo stadio “Arechi” che regalò tre punti pesantissimi alle bianche casacche allora allenate da Claudio Foscarini. Siamo precisamente al 27 novembre 2015 (anticipo del venerdì) e si gioca la sedicesima giornata di andata del campionato di Serie B 2015/2016.

Sugli spalti diecimila spettatori, tutti pronti a spronare al squadra di Vincenzo Torrente. Ma al 10’ la sfida prende una bella piega per i vercellesi grazie al bravo Mustacchio.
La Salernitana appare molle, moscia, svuotata e strampalata. Ed è appunto castigata da una ripartenza, letale e imperiosa di Mustacchio. Un tiro e un gol per i bicciolani della “bestia nera” Foscarini, capaci di tenere in scacco i granata che, nei primi nove minuti, sembrano accesi, pronti a una gara di assalti e baionetta. E invece la lama affilata taglia presto speranze e aspettative, il gol mette a nudo carenze tecniche, psicologiche e tattiche dei campani. Primi nove minuti sostenuti, la Salernitana corre ma sbatte. Sul palo: quando Donnarumma colpisce sembra l’inizio di una cavalcata e invece la palla che rimbalza dal palo rimette in gioco un’altra squadra. Schiacciata, senza profondità e senza idee, la Salernitana affonda. Donnarumma che dovrebbe fare il puntero torna ad essere quello costretto a rinculare, allargarsi, dimenarsi, perdendo lucidità ed incisività. Coda avrebbe la palla da sbattere in rete ma è lento, e ne avrebbe un’altra che gira dentro una selva di gambe, ma Pigliacelli se la ritrova tra le braccia. Ben altra produttività la Pro Vercelli che capitalizza uno svarione a centrocampo. Servirebbero carattere, nerbo, voglia, una mossa che ribalti l’inerzia della gara. Che la Salernitana annusa quando nella ripresa, al 63’, Donnarumma la butta dentro. Ci sarebbero 30 minuti per la rimonta e invece mister Torrente sbaglia cambio, così Di Roberto fulmina Colombo e ancora una volta il veloce Mustacchio insacca per la gioia dello sparuto, ma eccezionale, gruppo di tifosi della Pro.

Ecco il tabellino dell’incontro (1-2).
SALERNITANA (modulo 4-3-1-2): Strakosha; Colombo, Empereuer, Franco, A. Rossi; Sciaudone (dal 46’ Milinkovic), Pestrin (dal 52’ Moro), Odjer; Gabionetta; Donnarumma, Coda (dal 75’ Troianiello). A disp. (Terracciano, Ronchi, Pollace, Trozzo, Perulli e Bovo). All.: Torrente.
PRO VERCELLI (modulo 4-3-3): Pigliacelli; Bani, Coly, Legati, Scaglia; Germano (dall’88’ Filippini), Matute, Scavone (dal 69’ Ardizzone); Mustacchio (dall’82’ F. Rossi), Marchi, Di Roberto. A disp. (Melgrati, Berra, Redolfi, Gatto, Beltrame e Beretta). All.: Foscarini.
ARBITRO: Martinelli di Roma. MARCATORI: al 10’ e al 77’ Mustacchio (P); al 63’ Donnarumma (S).
NOTE - Ammoniti: Odjer (S), Matute (P), Sciaudone (S), Ardizzone (P), Donnarumma (S) e Pigliacelli (P); spettatori: 9.559 (5.418 abbonati), per un incasso di circa 80mila euro (sette i sostenitori vercellesi al seguito).

Al termine di quella stagione la Pro si salvò con 46 punti, mentre la Salernitana (a quota 45) disputò lo spareggio playout contro la Virtus Lanciano. Ebbero la meglio i campani.

Paolo Sala
2018 - Riproduzione riservata
Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

Particolari - Dalla campagna

Andrea Cherchi

Copyright © 2018 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.