venerdì

, 15 dicembre 2017

ore 09:15

Il piccione viaggiatore

11-09-2017 16:21

Le mitiche creature dei paesi del Nord Europa
La rubrica di Silvia Giovanniello
 
Non esiste paese al mondo che non abbia nel proprio folklore qualche strana creatura magica. La propensione a credere in esseri sovrannaturali si è però sviluppata in particolar modo nei paesi scandinavi e nella celtica Irlanda, per via del forte attaccamento ai racconti popolari tradizionali, radicati nella cultura locale e tramandati di generazione in generazione come le nostre fiabe per bambini.  

In Norvegia, ad esempio, è diffusa la credenza nei troll, mostriciattoli bitorzoluti, pelosi e con grossi nasi che abiterebbero le numerose foreste del paese. La mitologia norrena li distingue in giganti e maligni o piccoli e benevoli; la leggenda secondo cui i troll rapirebbero i bambini nei loro letti, sostituendoli con i propri cuccioli, serviva in passato soprattutto a giustificare la nascita di figli deformi. I troll sono talmente presenti nel folklore che sono considerati il simbolo stesso della Norvegia, e infatti vi è una ricchissima produzione artigianale di statuette in legno raffiguranti tali creature.

In Islanda, invece, gli elfi non rappresentano semplicemente una leggenda: circa l’80 per cento della popolazione dichiara di credere fermamente nell’esistenza del ‘piccolo popolo nascosto’, verso cui esiste un vero e proprio culto che va ben oltre la superstizione. Infatti, non solo esistono casette per gli elfi nei giardini di ogni abitazione, ma addirittura viene chiesto loro il permesso per costruire infrastrutture pubbliche: grande rispetto viene portato a questi magici esserini, poiché stuzzicarli o infastidirli potrebbe avere conseguenze nefaste; non è raro, pertanto, trovare strade deviate o ristrette per non arrecare danno agli elfi che abitano nei paraggi.

Questa curiosa e convinta credenza degli islandesi in un mondo invisibile deriva senza dubbio dalla natura potente e misteriosa che caratterizza l’isola, difficile da accettare e spiegare senza interventi della magia.

L’Irlanda, infine, è celebre per i suoi folletti, i cosiddetti ‘Leprechauns’, termine che in gaelico significa letteralmente ‘piccoli spiriti’. Secondo la leggenda, i Leprecauni abiterebbero l’isola da prima dei Celti, e sarebbero soliti nascondere tesori alla fine di ogni arcobaleno; sono tradizionalmente rappresentati come uomini anziani, burloni e vestiti di verde, con grossi cappelli a cilindro e calze a righe. Dove trovare un leprecauno? Secondo gli irlandesi, esiste un metodo infallibile per poterli osservare coi propri occhi: si dice che compaiano spontaneamente dopo diverse pinte di Guinness.
Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

Vercelli, piazza Cavour

Samuele Giatti

Copyright © 2017 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.