sabato

, 18 novembre 2017

ore 07:44

Il piccione viaggiatore

16-10-2017 14:41

Il 'Columbus day' nel mondo
Una festività molto sentita negli Stati Uniti
 
Il 12 ottobre del 1492, ben 525 anni fa, Cristoforo Colombo approdava sulle coste di quella che credeva erroneamente l’India: scopriva invece il continente americano, che venne allora chiamato 'il Nuovo Mondo'. L’evento fu talmente significativo per l’epoca da essere poi considerato l’inizio dell’era moderna, ed è per questo che ancora oggi il giorno della scoperta dell’America viene celebrato come ricorrenza nazionale da molte città, sia italiane che americane.

Questa festività è infatti molto sentita soprattutto negli Stati Uniti, dove ogni 12 ottobre (da qualche anno, invece, ogni secondo lunedì del mese) si celebra il 'Columbus Day', istituito ufficialmente nel 1937 dal presidente Franklin Delano Roosevelt. Anche nei paesi latini si festeggia il giorno dell’arrivo di Colombo, con celebrazioni che assumono nomi diversi: 'Día de las Culturas' in Costa Rica, 'Discovery Day' alle Bahamas, 'Día de la Resistencia Indígena' in Venezuela.

Durante questa giornata speciale, gli uffici pubblici restano chiusi, e si dà il via a una serie di spettacoli e cerimonie: a New York, ad esempio, l’Empire State Building si illumina con la bandiera italiana, mentre sulla Fifth Avenue si svolge la tradizionale 'Columbus Day Parade', la parata ufficiale con banda, carri e figuranti in maschera.

Bisogna anche ricordare, però, che non si tratta per tutti di una ricorrenza felice. L’arrivo di Colombo aprì infatti la strada alla colonizzazione spagnola, con il conseguente genocidio di quelle civiltà native che non a caso vengono definite 'precolombiane'; per questo, alcune città, come Los Angeles, hanno deciso di abolire la festività e sostituirla con una giornata della memoria per i popoli indigeni sterminati dai conquistadores.

E in Italia? Ebbene, anche nel paese natio dell’esploratore questa ricorrenza è molto sentita, soprattutto dal 2004, quando è stata istituita ufficialmente la 'Giornata Nazionale di Cristoforo Colombo' per celebrare la storica impresa del navigatore genovese. E infatti, proprio a Genova si svolge la 'cerimonia colombiana', con un corteo che da Palazzo Ducale giunge alla sua casa natale, in vico dritto Ponticello, dove le autorità cittadine depongono corone di fiori.

Come biasimare tanta reverenza? Del resto, se non fosse stato per Colombo, in Italia non sarebbe mai arrivato il cacao, né le patate, ma soprattutto il pomodoro, alimento base della dieta mediterranea: senza la scoperta dell’America, insomma, forse non sarebbe mai nata nemmeno la pizza.
Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

Viaggi e miraggi - Pollice verde? St. Paul de Vence (Francia)

Donata Terzera

Copyright © 2017 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.