venerdì

, 15 dicembre 2017

ore 09:05

Presente Digitale

13-06-2017 14:23

La musica da far ascoltare ai vostri cani
 
Anche gli amici a quattro zampe soffrono d’ansia, ma oltre ai rimedi già popolari s’inserisce anche la musica.

La ricerca lo conferma ormai ampiamente: i cani sono molto più intelligenti di quel che si credeva in passato ed oltre a questa caratteristica hanno una spiccata sensibilità. È proprio questa apertura agli stimoli esterni che può rendere i nostri amici soggetti a fenomeni d’ansia, proprio come quelli che caratterizzano gli esseri umani.
Tra le conseguenze dell’ansia, i cani possono avere comportamenti disturbanti e dannosi per la casa. Ecco alcuni esempi:
- Abbaiare in modo prolungato di fronte a qualsiasi stimolo.
- Rosicchiare un po’ tutto quello che trovano in casa, dalle scarpe ai mobili.
- Orinare più del previsto, anche in casa.
- Diventare aggressivi verso persone o altri cani e animali.

Le cause possono essere molteplici. Per prima cosa, è da considerare il padrone. Un cane con un padrone molto ansioso probabilmente non sarà mai un cane sereno, perché proprio come una persona 'assorbe' il comportamento di chi gli sta accanto.

A parte questo punto imprescindibile, ecco delle motivazioni comuni che li colpiscono:
- Ansia da rumore: i cani diventano timorosi al cospetto di rumori forti o inusuali: fuochi d’artificio, temporali, camion della nettezza urbana e rumori del traffico sono tutti interventi destabilizzanti.
- Ansia da separazione: i cani lasciati per lunghe ore soli possono sviluppare severe patologie ansiogene.
- Ansia da confinamento e/o viaggio: i cani spesso si stressano ad essere confinati in un ambiente costretto, quindi in viaggio o in luoghi troppo piccoli per la loro stazza possono entrare nel panico.

I rimedi sono molteplici. Il primo (e necessario), è quello di mantenere la calma: il padrone è il primo punto di riferimento del cane e la nostra calma tranquillizza anche lui. Anche accarezzarlo è un modo per stabilire il contatto e per aiutarlo a rilassarsi. Oltre a questi due rimedi, spicca la musica: certe frequenze e brani musicali hanno un effetto positivo sul sistema nervoso centrale sia delle persone sia dei cani. Moltissimi proprietari di cuccioli hanno notato risultati notevoli facendo ascoltare ai loro cani musica classica, strumenti a corda e melodie acustiche mentre erano fuori per laovro o durante i temporali. Per esempio, se si deve lasciare il proprio amico a quattro zampe a casa da solo mentre siamo al lavoro, si può lasciare nell’aria una playlist che potrà rilassarlo e tenergli compagnia durante le ore solitarie della giornata: i modi per crearne una sono molteplici.

Si può utilizzare Spotify oppure per chi non fosse abbonato c’è sempre il rapido e gratuito YouTube con cui si può creare una sequenza di musica classica e acustica magari anche intervallata di brani rilassanti con i rumori della natura. Melodie come Sonata per due pianoforti in re maggiore e Requiem di Mozart e The Approaching Night di Phillip Wesley, per esempio, sono consigliatissime.
Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

Copyright © 2017 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.