venerdì

, 15 dicembre 2017

ore 09:13

Presente Digitale

03-10-2017 14:20

Traditori vs traditi: spiare il partner con le app
L'Italia è al primo posto in Europa per propensione a tradire
 
Tradire nell’epoca digitale sembrava davvero a portata di mano, ma le cose ultimamente stanno davvero cambiando, anche in soccorso dei 'traditi'.
Il sito Incontri-Extra Coniugali.com ha dedicato uno studio ai tradimenti traendone risultati non molto lusinghieri per il nostro paese. Infatti, dal sondaggio svolto a livello europeo, l’Italia si è classificata prima riguardo alla propensione a tradire.

Ci troviamo in vetta con ben il 58% di persone che hanno ammesso di aver tradito almeno una volta il proprio partner, seguiti a stretto giro da Spagna che registra il 53% e da Francia col 49%. Gli altri paesi europei a seguire sono la Germania col 48%, il Belgio con il 46%, Regno Unito col 45%, Austria con il 42%, Danimarca col 39%, Finlandia col 37% e Norvegia col 36%.

Riguardo alle nostre città, i più propensi a tradire sono i cittadini di Roma col 72%, seguiti da Milano col 71%, Napoli col 68% e Palermo col 45%. Tra donne e uomini pare che siano le donne a tradire di più col 64%, mentre gli uomini registrano il 52%.

Leggendo questi dati si pensa subito allo strumento ormai principe dei tradimenti: lo smartphone. Moltissimi sono ormai gli utenti che nei momenti difficili cercano di trovare indizi nel telefono del proprio partner, perché sfogliando le varie app si potrebbero trovare indizi o chiare prove di un tradimento. Alcuni 'traditori' usano app che cancellano i contenuti delle chat dopo 24 ore come Telegram, così non devono neanche fare mente locale cancellando tutti i messaggi e le chat incriminati.

Dal lato dei 'traditi' però stanno arrivando app per svelare i fattacci. Per esempio è nato Swipebuster, sistema in cui basta inserire nome, anni e luogo di una persona che usa Tinder ed una volta che il sistema la trova invierà via mail a chi ha inoltrato la richiesta un report con i profili delle persone che il partner che si sta 'spiando' ha selezionato favorevolmente per un incontro. Dai test il sito si è rivelato accurato al 99%, quindi pare che d’ora in avanti le abitudini online di chi tradisce potranno essere sorvegliate in modo sempre più stretto.
Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

Copyright © 2017 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.