domenica

, 21 ottobre 2018

ore 14:42

Andiamo al cinema

19-01-2018 12:37

'Wonder': come imparare a distinguerci per ciò che siamo e non per come appariamo
Julia Roberts e Owen Wilson interpretano il romanzo di R.J. Palacio
 
Tom Hanks: “Comunque dobbiamo andare al cinema! Sedendoci, sedendoci insieme, guardare un film insieme come all’opera. E poi...uscire, uscire insieme a bere qualcosa in comune”.
Queste le parole del grande attore americano nella puntata di “Che tempo che fa” condotta da Fabio Fazio, andata in onda domenica 14 gennaio, che ci fanno riflettere sul grande valore non solo del cinema, ma di quella che è la pratica dell’andare al cinema.

Questa settimana allora cogliamo al volo il consiglio del nostro Tom Hanks e riflettiamo su “Wonder”, film con Julia Roberts e Owen Wilson tratto dal romanzo di R.J. Palacio. Protagonista assoluto della pellicola è il giovane Jacob Tremblay che, come tutti i bambini del mondo, ama saltare sul letto, ama giocare con le spade laser, sogna di diventare un astronauta, insomma un piccolo ometto che si gode la sua infanzia.
Auggie è un bambino speciale, ha una grande forza e un grande coraggio perché ha dovuto subire 27 interventi chirurgici per migliorare la sua salute in quanto affetto dalla sindrome di Treacher Collins. È un bambino che, se anche costretto a vivere in una gabbia di vetro, protetto dalla madre e dal padre, è cresciuto prima degli altri bimbi in quanto ha conosciuto le difficoltà della vita il primo giorno che è venuto al mondo.

La sfida più difficile che la vita gli mette davanti è però entrare nel mondo dei suoi coetanei, frequentare la scuola, fare amicizie e mostrarsi per quello che è: un bambino speciale. Non tutti però da piccoli sanno quanto dietro un faccino poco comune ci sia sofferenza e disagio; i bambini infatti, non avendo filtri, spesso diventano cattivi e abituarli a ció a cui non sono solitamente abituati diventa un problema. Auggie dovrà riuscire a farsi apprezzare per altri doti anche se la sua bellezza non rispecchia i canoni delle riviste il piccolo attore ha un fascino che dalle copertina di moda non traspare. Frequentare chi con la differenza nasce, pur non avendolo voluto, e riesce successivamente ad accettarla e a fare della sua differenza uni stile di vita è sicuramente un grande arricchimento per chiunque.
             
Non è facile aprire le menti quando i messaggi che riceviamo spesso ci obbligano ad omologarci tra di noi, ci costringono a mangiare insalate, ad andare in palestra, a comprare pantaloni a zampa, ma a Auggie interessa ben altro che essere un bambino come tutti gli altri.
Il bambino speciale ha fatto i conti con la vita, è riuscito non a vivere, ma a sopravvivere e solo la sua differenza l’ha reso la persona straordinaria che il film di Stephen Chbosky vuole farci conoscere e amare.

La vita gli ha regalato la diversità e a noi spetta imparare ad apprezzarla senza basarci sui soliti stereotipi e pregiudizi, riuscendo ad apprezzare i veri valori della vita e imparando a distinguerci per ciò che siamo e non per come appariamo.

Edvige Danna
2018 - Riproduzione Riservata
Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

Alpini di Prarolo

Luana Tresoldi

Copyright © 2018 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.