venerdì

, 20 ottobre 2017

ore 09:05

Usi e abusi dei farmaci

05-07-2017 14:51

L’Aloe Vera
 
Fin dall’antichità, l’aloe è stata considerata una pianta dalle straordinarie proprietà benefiche e curative: per gli antichi egizi aiutava a trovare il cammino verso la terra dei morti e a conservare il corpo mummificato del faraone, per Cleopatra, utilizzare l’aloe associato il bagno di latte, portava giovamento alla sua bellezza, per gli antichi romani, invece, l’aloe rappresentava un ottimo rimedio per lenire ferite e cicatrici nei soldati.

Grazie agli studi e alle ricerche condotte ora siamo in grado di capire perché secoli fa l’aloe era considerata una pianta miracolosa. Questa pianta è costituita da mucopolisaccaridi e zuccheri complessi riconducibili a proprietà gastroprotettrici, in quanto formano una pellicola protettiva contro gli acidi presenti lungo il tratto gastrico, oltre che potenziare il sistema immunitario.

In aggiunta ai mucopolisaccaridi e ai carboidrati complessi, l’aloe vanta la presenza di oligoelementi, minerali, quali il manganese e il selenio, vitamine e altri elementi nutritivi. La presenza di questi sali caratterizzano l’aloe come un potente antiossidante, tanto che l’estratto di aloe è impiegato anche in cosmesi per le creme anti-age.

Altre componenti dell’aloe sono gli steroidi, che le conferiscono proprietà antinfiammatorie, senza portare con sé tutti gli effetti collaterali tossici delle molecole chimiche appartenenti alla stessa classe. In questi casi, la formulazione più utilizzata è il gel di aloe, che esercita sui tessuti infiammati un’azione lenitiva e calmante.

In ultimo, nell’aloe troviamo una classe di molecole in grado di purificare il nostro organismo mediante un’azione lassativa, stimolando contrazioni muscolari del tratto intestinale: gli antrachinoni. Secondo alcuni studi, l’aloe si è rivelata essere un valido supporto in pazienti sottoposti a terapie antitumorali, come la radioterapia e la chemioterapia, in quanto ne limita gli effetti negativi, tra cui perdita di capelli, bruciature e nausea.  

Nonostante i numerosi benefici questa pianta può portare al nostro organismo, vi sono anche degli effetti collaterali da non sottovalutare: è sconsigliato un utilizzo prolungato, poiché si può incorrere in uno stato di disidratazione, spasmi allo stomaco e crampi. Inoltre l’aloe può interagire con alcuni farmaci tra cui diuretici, digitalici, antiaritmici e cortisonici.

http://www.globochannel.com/wordpress/wp-content/uploads/2016/03/Aloe-vera.jpg
Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

Copyright © 2017 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.