venerdì

, 20 ottobre 2017

ore 09:08

Usi e abusi dei farmaci

04-10-2017 14:42

La Metformina: farmaco anti-invecchiamento?
I benefici del trattamento
 
La metformina è stata sintetizzata nel 1957 ad opera di un farmacologo e medico francese di nome Jean Sterne. Questa molecola è l’analogo sintetico di un principio attivo estratto da una pianta, la Galega officinalis che fin dal Medioevo era nota per le proprietà ipoglicemizzanti. Il farmaco appartiene alla classe degli ipoglicemizzanti orali, impiegati nella terapia del diabete di tipo II.

Attualmente, la metformina è impiegata come terapia in oltre novanta paesi per tollerabilità, efficacia e sicurezza, oltre ad avere un vantaggioso rapporto rischio/beneficio e visto il costo ridotto della terapia.

Studi approfonditi hanno evidenziato alcuni benefici che il trattamento con metformina porta al paziente: è stato rilevato che rispetto a pazienti diabetici trattati con altri farmaci e persone che non sono in terapia ma comparabili per età, i pazienti trattati con metformina risultano meno esposti a rischio di malattie cardiovascolari, obesità, cancro e declino cognitivo. Così sono iniziati degli studi clinici per approfondire questi aspetti. Le prime ricerche condotte sugli animali mostrano un effetto “anti-invecchiamento” della metformina: topi trattati con questo principio attivo vivrebbero circa il 40% più a lungo di quelli non trattati.

La ragione è da ricercare a livello dei mitocondri: dalle prime evidenze sembrerebbe che la metformina inibirebbe il consumo di ossigeno a livello dei mitocondri, rallentando così il metabolismo. Sul mercato, la metformina non è l’unico farmaco che sembra avere una proprietà anti-invecchiamento, anche la rapamicina (farmaco antirigetto) e l’aspirina sembrano avere proprietà simili. Ma essendo che la metformina risulta avere minori effetti collaterali rispetto agli altri due, essa rimane da considerarsi il candidato ideale da poter sottoporre a test per confermare la sua capacità di rallentare il fenomeno dell’invecchiamento. Al momento, infatti, è in corso uno studio di tre mila volontari tra persone anziane ad alto rischio di cancro, malattie cardiovascolari e Alzheimer che si propone di testare gli effetti della metformina, il TEMA (Targeting Ageing with Metformin): nel corso di sei anni si valuterà quante persone avranno sviluppato queste malattie associate all’età e se si ritroverà anche un effetto sulla longevità.
Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

Copyright © 2017 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.