sabato

, 18 novembre 2017

ore 07:44

Sport

04-11-2017 16:56

Oggi è ancora più bello tifare Pro Vercelli
Dopo 17 anni le bianche casacche vincono il derby a Novara
 
Da Mirabelli a Morra. Finalmente, dopo 17 anni, il viaggio è arrivato alla sua conclusione: la Pro Vercelli vince il derby a Novara. Gli azzurri non si riprendono niente. È, anzi, Gianluca Grassadonia che si tiene stretta la sua panchina. Il momento più bello? Paradossalmente non è stato il gol di Morra, ma la squadra che, al triplice fischio, è corsa sotto la Curva Ovest e ha iniziato a saltare sulle note di “Chi non salta, novarese è”. Vincere un derby, vincerlo in questo momento vale molto più che i tre punti che la Pro Vercelli si porta a casa. Vuol dire iniezione di fiducia, vuol dire poter respirare e soprattutto pensare con maggior tranquillità al futuro.

Riviviamo la partita.

La prima vera occasione è della Pro Vercelli. È il 19’ quando Vives pesca con un lancio perfetto, al centro dell’area, Firenze: il giovane attaccante colpisce al volo di destro e costringe Montipò a una non facile respinta. Il Novara prova a pungere e al 27’, complice anche un rimpallo, crea una buona occasione in area di rigore ma né Golubovic né Da Cruz trovano la deviazione vincente per battere Marcone.  

Nella ripresa Novara è subito scossa dal boato della Curva Ovest che esulta per il vantaggio della Pro Vercelli: imperioso colpo di testa di Morra, su cross di Ghiglione, che non lascia scampo a Montipò. È il 12’. La Pro Vercelli sfiora il raddoppio al 20’: insidioso cross di Morra dalla sinistra, mezzo pasticcio di Montipò ma Firenze non trova la deviazione vincente. I bianchi spingono e sfiorano nuovamente lo 0-2: bell’azione di Bifulco sulla corsia di destra, palla a Castiglia ma la sua conclusione viene respinta, a mano piena, da Montipò. Il Novara, grazie agli inserimenti di Chajia e Macheda, alza il baricentro e prende in mano le redini della partita. Grassadonia inserisce Berra, toglie Firenze e passa al 3-5-2 e prova quindi a contenere le folate dei padroni di casa. Negli ultimi minuti, poi, entra Polidori per Morra nel tentativo di sfruttare le ripartenze. Il Novara sfiora il pareggio al 46’: colpo di testa di Chiosa che finisce fuori di pochissimo.

La partita si chiude così. Dopo 17 anni, il viaggio è arrivato alla sua conclusione. Da Mirabelli a Morra. Oggi è ancora più bello tifare Pro Vercelli.

Matteo Gardelli
2017 - Riproduzione Riservata




Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

Viaggi e miraggi - Pollice verde? St. Paul de Vence (Francia)

Donata Terzera

Copyright © 2017 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.