lunedì

, 25 giugno 2018

ore 19:15

Sport

29-12-2017 08:00

Il meraviglioso 2017 di Chicca, che sogna Tokyo
Intervista al talento più cristallino dello sport vercellese
 
Se fossero canzoni, la prima ricorderebbe molto 'Anarchy in the Uk' dei Sex Pistols: arrivata all’improvviso, forse in modo un po’ prematuro, ha sconvolto il mondo dello short track, come Sid Vicious e compagni fecero con il panorama musicale degli anni Settanta. La seconda, invece, sarebbe Bohemian Rhapsody: perché come il capolavoro dei Queen 'nasconde' quattro canzoni in un una, lei è 'quattro storie' in una. C’è la spadista reduce dalla migliore stagione della sua carriera, c’è la sognatrice che vorrebbe sbarcare a Tokyo 2020, c’è la ragazza che vuole voti alti a scuola e pensa all’università e infine c’è la figlia che candidamente confessa: "La figura più importante? Mio padre".

Il punto in comune, però, fra Arianna Fontana - portabandiera ai prossimi Giochi Invernali di PyeongChang - e Federica Isola, vincitrice della Coppa del Mondo di spada Under 20, è la voglia di raggiungere sempre gli obiettivi. La "Gianburrasca" dei ghiacci, dopo alcuni passaggi a vuoto, successivi a Torino 2006, ci è riuscita. La spadista, per adesso, si è presa la sua rivincita con il Mondiale: "Avevo partecipato a quattro edizioni e non erano andate bene, poi ho cambiato l’approccio e devo dire che i risultati sono arrivati".

Già perché questo 2017 dalla mente del miglior talento sportivo vercellese, difficilmente, verrà cancellato. Era iniziato, lo scorso gennaio, a Digione. Nella patria dei vigneti e delle fiere gastronomiche, Chicca ha vinto la prova di Coppa del Mondo Under 20 battendo in finale la transalpina Camille Nabeth per 15 stoccate a 14. Poi, l’atleta dell’Areonautica, in marzo a Plovdiv, Bulgaria, ha conquistato il titolo europeo a squadre Giovani e Cadetti con l’Italia. Dopodiché, in aprile, lo storico bis: la sua prima medaglia (bronzo) in un campionato iridato e anche la conquista della Coppa del Mondo Under 20 di specialità.

"Dopo Udine - confessa oggi, mentre è in vacanza per qualche giorno - avevo capito che, sì, si poteva fare. La Coppa del Mondo, che nel 2018 mi piacerebbe rivincere, è un successo straordinario perché significa esser state continue per tutto l’anno". Ma i Mondiali hanno anche segnato uno step successivo della sua giovane carriera: "In passato alla competizione iridata arrivavo sempre esausta, quest’anno - svela - ho cambiato, insieme anche al mio mental coach, il modo di approcciarmi. Ho lavorato in funzione di quella gara e sono quindi arrivata con una testa diversa, più riposata, più tranquilla".

Siccome vincere aiuta a vincere, ecco che a maggio Chicca conquista anche la Coppa Italia nella categoria Assoluti. D’altronde "il 2017 è l’anno migliore della mia carriera", utilizzando proprio le sue parole, Federica ha deciso di chiuderlo alla grande: capolavoro a dicembre a Burgos, dove ha vinto una nuova prova di Coppa del Mondo Under 20 conquistando l’oro sia nella gara individuale che in quella a squadre.

Nella vita, come nello sport, va avanti chi non si accontenta e chi alimenta il proprio talento con i sogni. E Chicca ne ha uno ben preciso che sembra scolpito nella sua mente: l’Olimpiade di Tokyo 2020. "Sarà difficile, la squadra è molto giovane ma io sono ancora una Under 20 però - dice con la grinta che non l’abbandona mai - ci sto provando, ci proverò sempre. È un sogno, un sogno...". Però questa ragazza non perde di vista neanche la vita fuori dalla pedana: "A scuola sono come in palestra: determinata, grintosa. Perché - spiega - quello che faccio, lo voglio sempre far bene. Così anche a scuola mi impegno, ci tengo tantissimo. Voglio concludere bene questo concorso di studi e andare all’università".

Siccome all’inizio parlavamo di Bohemian Rhapsody, l’ultimo arpeggio la Isola lo dedica alla figura più importante: "Mio padre. Con lui c’è un rapporto di estrema fiducia, c’è sempre stato. Poi - aggiunge - devo dire grazie a tutte le persone che mi seguono: al maestro Massimo (Zenga Germano - n.d.r.), al mio preparatore atletico...". Il viaggio di Arianna Fontana è arrivato al punto più alto, quando il Presidente della Repubblica le ha consegnato la bandiera da portare con orgoglio a PyeongChang. Quello di Chicca, c’è da scommetterci, è solo agli inizi. Tokyo, in fondo, non è così lontana...

Matteo Gardelli
2017 - Riproduzione riservata


Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

Cartoline da Vercelli

Andrea Cherchi

Copyright © 2018 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.