Wednesday

, 3 June 2020

ore 21:06

Sport

31-03-2020 08:56

Il progetto che sconvolgerà per sempre la Serie C
È già in fase avanzata: venerdì c'è una riunione dei presidenti
 
A tutti i livelli il calcio italiano non sarà più quello di prima. Mentre la Serie A prova ipotizza una metamorfosi dei calendari per tornare in campo in estate (approfondisci qui), il mondo dei dilettanti reclama lo stop e intravede all'orizzonte un ritorno alle origini.

La Serie C resta infatti in stand by ma per il futuro iniziano a circolare ipotesi di ristrutturazione di campionati, gironi e formule che interesserebbero pesantemente la terza categoria dei professionisti. "I tre gironi non vanno più bene - conferma il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina - Bisogna tornare a un'eccellenza di Serie C da 20 squadre. Le quaranta rimanenti verrebbero dirottate in un'altra serie semiprofessionistica. Come scegliere i club d'élite? Basandosi sulla classifica".

Il piano non è agli albori. Anzi. È già stato sottoposto al presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli che, secondo lo stesso Gravina, sarebbe favorevole a questo scenario. La palla, ora, passa alle società. Venerdì 3 aprile è prevista una riunione in conference call dei 60 club società per discutere su come riprendere (o chiudere) l'attuale stagione.

Non va infatti trascurato il piano del Governo. Nelle ultime ore si parla con insistenza di un aprile blindato e di una quarantena prolungata fino a lunedì 4 maggio. Ma soprattutto Walter Ricciardi, esponente dell'Organizzazione mondiale per la sanità e consulente del ministero della Salute, ha chiaramente detto: "Tornare alla vita di prima? Fino a quando non avremo trovato una terapia o un vaccino contro il Coronavirus..." (approfondisci qui)

Paolo Sala
Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

foto giorno »

Campo di papaveri

Andrea Cherchi

Copyright © 2020 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.