giovedì

, 16 agosto 2018

ore 05:53

Vercelli

08-02-2018 08:00

Lourdes-Oftal: un legame indissolubile
L'associazione vercellese celebrerà i 160 anni della prima apparizione in città e in Francia
 
L’11 febbraio 1858 la Madonna di Lourdes appariva per la prima volta a Bernadette Subirous. Oggi, a distanza di 160 anni, l’Oftal si prepara a celebrare questa importante ricorrenza con un pellegrinaggio interdiocesano, dal 9 al 12 febbraio. Un appuntamento a cui l’Opera Federativa Trasporto Ammalati Lourdes si sta avvicinando con grande emozione e per il quale è stata predisposta una serie di
incontri anche in città.

Il legame tra l’Oftal e in santuario mariano di Lourdes è infatti indissolubile dal 1932, anno di fondazione dell’associazione per mano di monsignor Alessandro Rastelli, tre anni dopo il viaggio inaugurale in Francia proprio del sacerdote originario di Borgovercelli. Non solo: monsignor Rastelli, nel 1947, fu il primo in Europa a organizzare un pellegrinaggio dalla Vergine dopo l’interruzione dovuta alla
Seconda guerra mondiale.

Un legame storico e ricco di sentimenti, dicevamo, come sottolinea anche Silvana Coppo Pavese, dall’aprile del 2017 nuova presidente dell’Opera: "La nostra associazione è la sola i cui ammalati vengono ammessi in santuario il 15 agosto, giorno dell'Assunzione in cielo di Maria. Nella stessa data, l’Oftal gestisce con la città
di Lourdes la grande fiaccolata. La missione è di trasportare là le persone, sane o malate; recarci al santuario è sempre come tornare a casa. Vercelli deve vivere con orgoglio e senso di appartenenza questo rapporto. Tutta la nostra attività e partita nel capoluogo e qui continua ad operare, anche al di fuori dei pellegrinaggi".

Il viaggio per i 160 anni della prima apparizione a Bernadette inizierà dunque venerdì 9 febbraio, con trasporto in aereo o bus GT, a seconda delle esigenze dei pellegrini, fino a lunedì 12 febbraio. La ricorrenza verrà però solennizzata anche a Vercelli. Domenica 11 febbraio chiusura della novena di preghiera (con supplica) nella parrocchia di San Paolo, dove già dai giorni scorsi è esposto il labaro dell’Opera. Seguirà la messa delle 11, con i membri dell’Oftal che si distingueranno per la loro divisa. Alle 15 il rosario meditato con don Gianfranco Brusa e gli ammalati accompagnati dalle dame. Martedì 13 febbraio infine Festa del Malato (in occasione della 26esima Giornata mondiale), alle 16,30 nella cappella dell’ospedale Sant’Andrea, celebrata dall’arcivescovo Marco Arnolfo.

"Ci occupiamo di portare gli ammalati dove da soli non potrebbero andare – spiega ancora Coppo Pavese – siamo come un simbolo di Vercelli che viaggia dappertutto. Purtroppo la città sta un po’ perdendo questo rapporto, per cui ci sono in cantiere alcune iniziative per i prossimi mesi rivolte soprattutto ai giovani e alle scuole. Molti ragazzi si sono già avvicinati ai nostri pellegrinaggi". Lo storico viaggio estivo lourdiano della sezione vercellese dell’Oftal si svolgerà poi dall’11 al 17 agosto. Il calendario completo è disponibile sul sito www.vercelli.oftal.org.

s.o.
2018 - Riproduzione Riservata


Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

Copyright © 2018 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.