mercoledì

, 14 novembre 2018

ore 07:40

Vercelli

11-07-2018 16:54

Polioli: 'Gettata al vento un'importante opportunità'
'Rifiutiamo di credere che ci siano ragioni politiche all'origine di tutto'
 
"Apprendiamo con rammarico la mancata disponibilità dei sindacati della Polioli di Vercelli a partecipare al tavolo di crisi per il quale il ministero dello Sviluppo Economico aveva garantito l'apertura. In questo modo si getta al vento un'importante opportunità per provare a salvare il futuro di 72 famiglie".

Poche ma incisive righe quelle del Movimento 5 Stelle. Il comunicato stampa, diramato nel pomeriggio di oggi (mercoledì 11 luglio) e firmato da Gianpaolo Andrissi, Jessica Costanzo, Susy Matrisciano e Michelangelo Catricalà, spiega come non si comprendano i motivi alla base di questa scelta. E poi aggiunge: "Rifiutiamo - dicono gli esponenti pentastellati - di credere siano ragioni di natura politica. Ci domandiamo se tali organizzazioni rappresentino realmente la volontà dei lavoratori. Prendiamo atto comunque di questa decisione, pur ritenendola profondamente sbagliata e in contrasto con gli interessi di chi rischia di perdere il posto di lavoro".

Sempre oggi (mercoledì) non sono arrivate buone notizie dal tavolo che era stato convocato, alle 12, in Regione. "L'incontro purtroppo non ha avuto risvolti significativi e positivi. L'amministratore delegato della Perstorp Polialcoli - fa sapere l'assessore Andrea Raineri, che rappresentava il Comune - ha rettificato la proposta del buono uscita di 1.000 euro che giustamente aveva provocato indignazione ai sindacati e ai lavoratori". Raineri spiega poi che il futuro è "collegato agli eventuali sviluppi delle trattative private in corso". E ancora. "La proposta dei sindacati di effettuare il pagamento dei giorni di sciopero, per tentare di revocare lo stesso e soprattutto di aprire un dialogo più sereno coi lavoratori, fortemente promossa anche dall'assessore regionale Pentenero, non ha trovato una risposta positiva: la proprietà - spiega ancora Raineri - ha rilanciato con un pagamento del 50% dei giorni di sciopero e una ripresa del lavoro. Una proposta inaccettabile. Trattandosi di cifre molto basse (calcolando il periodo di ferie, le malattie... ndr) è stata chiaramente una presa di posizione di principio, che trova il mio totale disappunto e ovviamente quello dei sindacati".

Un nuovo tavolo in Regione è stato dunque convocato per mercoledì 18 luglio alle 15 per analizzare gli sviluppi futuri che dovrebbero prendere forma definitiva nei prossimi giorni.


Crpwebtg

alla redazione proponi ...

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori.

Copyright © 2018 La Sesia S.r.l. via Quintino Sella 30, 13100 Vercelli
Reg. Imprese VC C.F. 00146700026 - P.IVA IT 00146700026 - R.E.A. VC44243 - C.S. euro 130.000,00 i.v.